Posts Tagged ‘jazz folk’

Salve a tutti, inizio oggi la serie “Consigli d’ ascolto”, una sorta di non pretenzioso Bignami dell’ ascolto “moooolto” personale, poichè credo fermamente che la musica vada ascoltata tutta, e per tutta intendo di ogni genere e tipo, indipendentemente che si voglia diventare o meno musicisti e al di là del far musica classica, jazz, folk…..

Sono estremamente convinta, suggerimento che esprimo continuamente nel corso delle mie lezioni di piano ai miei allievi, che anche i musicisti di classica (chi ha studiato come me in Conservatorio, per intenderci) debbano nel corso della loro vita spingersi oltre la conoscenza della musica classica che è indubbiamente importante ma non l’unico modo di espressione musicale,  un atteggiamento curioso che porta a maturare una completa formazione musicale che significa, nella pratica, a suonare meglio con orecchie e mente più aperti.

Non sarà un elenco di brani nè storico, nè per autore, nè per difficoltà ma semplicemente ciò che ho ascoltato nella mia vita e che regalo a voi come piccoli consigli d’ascolto.

Iniziamo con la Penguin Cafe Orchestra, gruppo eterogeneo di musicisti capitanati da Simon Jeffes (purtroppo scomparso nel 1997), chitarrista e compositore ed Helen Liebmann, violoncellista, che nel ventennio ’70-’90 ha saputo dar vita ad un tipo di musica non banalmente classificabile in quanto influenzata dalla classica, dal folk e dal minimalismo alla Philipp Glass giovandosi per lo più dell’amicizia e della produzione di un personaggio geniale come Brian Eno.

Tratto dall’album “Signs of Life” (1987),  “Perpetuum mobile” in un live della BBC del 1989:

Read Full Post »